LINFA Eat Different – CONSULENZA RISTORATIVA

Il progetto di consulenza ristorativa per Linfa Eat Different – Milano – uno tra i più rinomati riferimenti della cucina plant-based in Italia, è stato dedicato allo sviluppo e alla creazione in esclusiva di una intera linea di Sushi Vegetale Gourmet.

L’idea di Edoardo Valsecchi, fondatore e proprietario, è stata sin da subito molto chiara: offrire alla propria clientela una proposta innovativa ed accattivante che fosse in linea con lo stile del locale. La rivista Vanity Fair lo ha definito, infatti, “Cool, Chic & Pop”, tre aggettivi che ne descrivono perfettamente il mood.

Altro punto cardine della filosofia di Linfa è l’utilizzo delle materie prime biologiche e biodinamiche, spesso a km0, scelte per poter esaltare al massimo l’esperienza gustativa ed allo stesso tempo, contribuire alla riduzione degli sprechi alimentari.

Partendo da questi fondamentali presupposti ho ideato dieci tipologie di Vegan Sushi Rolls, di cui otto salati e due dolci, dai sapori netti e caratterizzanti. Alcuni di essi, dato il mio amore nei confronti della cucina etnica, sono ispirati a terre lontane, come il Marocco o l’Indonesia. Altri fondano le radici nella cultura gastronomica italiana, così ricca e meravigliosamente varia che a Linfa piace sempre celebrare.

Ogni proposta rappresenta un viaggio speciale, in un’alternanza tra gusti particolari e familiari. E poiché si mangia prima con gli occhi, il fattore colore ha giocato un ruolo importante nella scelta degli ingredienti e degli accostamenti cromatici. Basti pensare all’utilizzo della rapa rossa, delle verdure crude in technicolor, del bianco candido del cocco e così via. Si è trattato di un progetto sinergico ed estremamente creativo che ha previsto una fase di studio, una di realizzazione, una di esecuzione ed una finale di formazione del personale.

Grazie ad Edoardo Valsecchi per aver scelto il mio servizio di consulenza. Il mio ringraziamento va anche a Regis Rossi – General Manager – , a Grazia – Responsabile Amministrativa – , a Patrizia Cenotti e a tutto lo Staff di Linfa .

Previous Post

You may also like